Todo Cambia

La protagonista più giovane si chiama Alessandra e ha 10 anni. Il più anziano è un reduce della Russia, e di anni ne ha 99. In mezzo, c’è Sara, che è infermiera pediatrica, Carlo, uno dei più vecchi sarti di Torino, Bartolomeo, pensionato, e Bruno, che di mestiere fa il barista. Alessandra è un’educatrice, Tiamtiam ha un ristorante, Marcello fa il barbiere, Paola è sostituto commissario della Polizia di Stato. C’è anche Pierina, rimasta tra le montagne a fare la pastora, Ibebem, che frequenta la scuola superiore a Torino, e Simona, che studia per diventare una ballerina. Settanta volti, incontrati sulle strade, seduti sulle panchine, dentro alle scuole, nei negozi, nelle università, immersi nella loro quotidianità, che rispondono alla domanda: Cosa sono i diritti umani?

La percezione dei diritti umani nella società civile è infatti il filo conduttore di “Todo Cambia”, il docufilm promosso dal Comitato Diritti umani del Consiglio regionale del Piemonte. Si tratta di un cortometraggio di otto minuti (arriva a 11’05” con sigle e titoli di coda), ad opera del regista Alessandro Avataneo, in cui volti di ogni età, provenienza, estrazione sociale, religione, studenti, artigiani, commercianti, pensionati, incontrati nelle scuole, sulle strade, nei negozi, offrono il loro punto di vista sui diritti umani. Il tutto, accompagnato dalla musica dell’Orchestra e coro per la pace Pequenas Huellas, che ha sede a Torino e coinvolge nella sua attività centinaia di ragazzine e ragazzini musicisti provenienti da ogni parte del mondo.

REGIA: Alessandro Cattaneo

PRODUZIONE: Comitato Diritti Umani del Consiglio Regionale del Piemonte

DURATA: 10 min

PAESE: Italia