Il sogno olimpico di Samia

L’atleta somala Samia Yusuf Omar visse il suo momento di gloria correndo la corsa olimpica nel 2008, anche se arrivò ultima. Per la giovane atleta cresciuta a Mogadishu, capitale di un paese devastato da una guerra civile, correre i 200 metri a Pechino rappresentò la realizzazione di un sogno. Partecipare alle Olimpiadi per lei era più importante che vincere. Samia diventò un’eroina, in Somalia e nel mondo. Due anni dopo si imbarca su uno dei tanti barconi, pieno di rifugiati che attraversano il Mediterraneo. Il destino di Samia si incrocia con quello di Abdul, anche lui corre per realizzare il suo sogno, a Todi ha trovato qualcuno che può aiutarlo.

Regia:  Angelo van Schaik (Paesi Bassi, 1971) è corrispondente da Roma per la Radio e la Televisione Pubblica Olandese per programmi di news e di approfondimento. Si è laureato in giornalismo radiofonico nel 1995 e ha lavorato per la radio pubblica olandese prima di trasferirsi a Roma nel 2001. Negli ultimi 15 anni ha prodotto centinaia di reportage e documentari sull’Italia, radiofonici e per la televisione. Il corto ‘Il sogno Olimpico di Samia’ è il risultato di una collaborazione tra Angelo van Schaik e il regista olandese Henk Valk.

Henk Valk (Paesi Bassi, 1968) ha lavorato per vent’anni per la Televisione Pubblica Olandese come redattore, ricercatore e reporter. Affari internazionali, povertà e rifugiati sono dei temi che sono costanti durante la sua carriera da giornalista. Momenti clou della sua carriera includono l’intervista a Bono degli U2 durante una visita all’Etiopia insieme al Ministro Americano delle Finanze O’Neill nel 2002. Nel 2012 ha denunciato la violazione dei diritti umani di stranieri nei centri di detenzione Olandesi che ha portato ad un cambiamento di politica, da parte del governo Olandese.

—————————————————————————————

The Somalian athlete Samia Yusuf Omar lived her finest hour during her Olympic race in 2008, although she finished last. For the young athlete who grew up in Mogadishu, capital of war torn Somalia, running the 200 meters in Olympic Beijng was a dream come true. Participating in the Olympics was more important to her than winning. Now Samia is an Olympic hero, in Somalia and around the world. Two years later Samia embarks on one of the many refugee boats that cross the Mediterranean, in order to chase a new dream. Samoa’s destiny encounters Abdul’s, he’s Somalian too and he too runs to fulfill his dream, in Todi he found someone who can help him.

Angelo van Schaik (The Netherlands, 1971) is a correspondent for Dutch public television and radio in Rome, working for news and background programmes. He graduated in radio journalism in 1995 and worked for the Dutch public radio as a reporter before he moved to Rome in 2001. In the last 15 years he has produced hundreds of reports and documentaries for radio and television.

The short documentary ‘Samia’s Olympic Dream’ is the result of a collaboration of Angelo van Schaik and director Henk Valk.

Henk Valk (The Netherlands, 1968) has worked for twenty years for Dutch public television as a news editor, researcher and reporter. International affairs, poverty and refugees have been recurring themes throughout his career as a journalist. Highlights include  interviewing U2 singer Bono when when visited Ethiopia together with the US Treasury Secretary O’Neill in 2002. In 2012 he reported on human rights violations of foreigners in Dutch detention centers which led to changes in government policy.


REGIA: Henk Valk, Angelo van Schaik

SUONO: Paul Ferguson

PRODUZIONE: EO Television

MONTAGGIO: Mariëtte Faber

DURATA:  32m 12s

PAESE: Paesi Bassi