mobile logo


featured image

La Giuria della Stampa

La giuria stampa è una novità della seconda edizione di Diritti a Todi Human Rights International Film Festival. 

È composta da 5 giornalisti chiamati a valutare il contenuto dei nove lungometraggi in concorso, pesandone il potenziale di informazione e di denuncia. Spetterà a loro il compito di assegnare il premio speciale Giornalisti per i Diritti Umani. 

CARLO CIAVONI

Giornalista professionista dal 1977. Ha cominciato il suo percorso professionale a L’Unità nel luglio del 1972, occupandosi di cronaca nera e giudiziaria, poi è passato a Paese Sera, sempre per la cronaca. Nell’aprile del 1983, è approdato a La Repubblica, nella cosiddetta squadra notturna dell’ufficio centrale, proseguendo la sua esperienza di cronista nella politica locale. Ha lavorato come inviato su temi vari, in Italia e all’estero e dal 2010 si occupa di cooperazione internazionale, curando la rubrica Mondo Solidale su Repubblica.it ma anche realizzando numerosi reportage in Africa, Asia, America Latina, Medio Oriente.

MARIA CUFFARO

Inizia la carriera giornalistica collaborando con la rivista artistica Leade, per poi passare al Manifesto, in cui ricopre il ruolo di inviata per l’India, il Pakistan e il Sudafrica. Nel 1986, lavora alla radio e scrive per i settimanali Sette e Il Venerdì di Repubblica. Nel 1989 conduce su Rai 3 il programma Il filo d’Arianna, che si occupa di inchieste dall’estero. L’anno seguente, entra nel TG3 di cui è conduttrice e inviata. Nel 2004, il presidente della Repubblica Ciampi la nomina Cavaliere al Merito della Repubblica per il lavoro giornalistico sul fronte in Iraq. Nel 2007, si aggiudica il premio giornalistico intitolato a Maria Grazia Cutuli. Nel 2012, pubblica Kajal. Le vite degli altri e la mia (Ed. Imprimatur).

CLAUDIA DI PASQUALE

Giornalista, dal 2011 è inviata del programma di inchiesta Report.
In precedenza è stata inviata della trasmissione di approfondimento giornalistico Exit su La7. Ha collaborato con la Sicilia, Repubblica, il Venerdì, D la Repubblica delle donne e il settimanale Diario. Nel 2006, ha vinto il premio giornalistico Mario Formenton mentre nel 2009 è stata finalista al premio Ilaria Alpi con l’inchiesta Il mercato dei voti.

VITTORIO LONGHI

Giornalista italiano di origine eritrea, scrive articoli di commento per Repubblica.it, The Guardian e The New York Times su immigrazione e diritti umani. Ha cominciato a lavorare nel 1996 come cronista sindacale nelle Marche, per poi trasferirsi a Roma e collaborare con agenzie di stampa nazionali e internazionali. Dal 2007. tiene corsi di formazione a giornalisti dei Paesi in via di sviluppo per conto dell’ILO, agenzia Onu del lavoro e dal 2012 anche per la Thomson Reuters Foundation. Nel 2012,  ha fondato e diretto il giornale online Equal Times a Bruxelles. Ha pubblicato The Immigrant War. A Global Movement against Discrimination and Exploitation (Policy Press/Chicago University Press).

GIORGIO ZANCHINI

Giornalista Rai, attualmente conduce la trasmissione Radio anch’io su Radio 1. In precedenza, è stato conduttore del programma Tutta la città ne parla su Radio 3 e di altre trasmissioni di approfondimento. Insieme a Lella Mazzoli, dirige il Festival del Giornalismo Culturale di Urbino. È vicedirettore della rivista I diritti dell’uomo. Cronache e battaglie. Tiene lezioni e seminari presso l’Università Carlo Bo e l’Ifg di Urbino.Tra le sue pubblicazioni: Leggere, cosa e come (Donzelli, 2016), Infocult (a cura di Lella Mazzoli, Franco Angeli, 2015), Un millimetro in là. Intervista sulla cultura a Marino Sinibaldi (Laterza 2014), Il giornalismo culturale (Carocci, 2013)

 

 

By agostino

Tagged With